Se la GmbH si trova in difficoltà economiche e minaccia di fallire, esistono importanti obblighi da rispettare, da parte della dirigenza aziendale. L’amministratore delegato è tenuto, ai sensi del diritto civile e penale, a presentare istanza di fallimento se vi è una ragione di fallimento.

Quando è insolvente una GmbH?

L’insolvenza è una situazione in cui una società non è più in grado di soddisfare i propri obblighi di pagamento. Deve esserci un motivo di fallimento affinché una situazione economica critica possa portare al fallimento. Il codice fallimentare tedesco prevede tre motivi di fallimento:

  1. Insolvenza

L’insolvenza si verifica quando la società non è più in grado di far fronte alle proprie passività finanziarie. Questo è il caso se le attività in contanti esistenti o i fondi nel conto bancario non sono sufficienti per estinguere i debiti dell’azienda. Se la percentuale del credito irrecuperabile è pari o superiore al 10%, si può ipotizzare l’insolvenza. Inoltre, il credito deve essere seriamente rivendicato dal creditore. L’insolvenza non esiste se il creditore ha dilazionato il credito.

  1. Insolvenza imminente

Un altro motivo di fallimento è la minaccia di insolvenza. L’insolvenza è imminente se i mezzi di pagamento disponibili e la linea di credito non sono probabilmente sufficienti per far fronte alle passività esistenti entro un ragionevole periodo di tempo.

  1. Sovraindebitamento

L’indebitamento eccessivo è previsto legalmente solo per le persone giuridiche (società di capitali) o per le società di persone. Nel caso di società di persone, ciò vale solo se i soci sono anche persone giuridiche e non privati. Un indebitamento esiste se il patrimonio del debitore non copre più le passività esistenti. Per determinare se esiste un indebitamento eccessivo, viene preparato un bilancio. Non esiste un indebitamento eccessivo se la continuazione della società è in gran parte probabile, in seguito alle circostanze particolari dell’impresa.

Quando deve essere presentata l´istanza di insolvenza?

Ogni volta che vi è una ragione di fallimento, il fallimento deve essere depositato. Il fallimento deve essere segnalato immediatamente. Ciò significa che la domanda di fallimento deve essere presentata al tribunale dopo massimo tre settimane dall’identificazione di un motivo di fallimento. Se la scadenza non viene rispettata, c’è il sospetto di un reato ed un ricorso di diritto civile minaccia la direzione aziendale.

L’amministratore delegato deve verificare attentamente se nell’attuale situazione economica deve essere presentata una domanda di insolvenza. Un avvocato specializzato in diritto fallimentare può fornire informazioni legalmente affidabili in merito a casi di insolvenza.

Quali sono i rischi per l’amministratore delegato in caso di fallimento?

L’amministratore delegato della GmbH è tenuto a presentare istanza di fallimento in caso di fallimento. Se non rispetta questo obbligo egli dovrà rispondere civilmente nei confronti dell’azienda. Il rappresentante sarà perseguito penalmente se non presenta la domanda di fallimento o non la presenta in tempo utile. Saranno punite sia le azioni intenzionali che quelle colpose.

In caso di fallimento, l’amministratore delegato ha ancora l’obbligo di mantenere il patrimonio fallimentare. Il patrimonio fallimentare è il patrimonio utilizzabile della GmbH. Ciò significa che esso non può essere utilizzato per pagare singoli creditori o soci. I creditori verrano serviti attingendo dal patrimonio fallimentare, nell’ambito della procedura fallimentare. L’amministratore delegato è anche responsabile ai sensi del diritto civile ed è possibile una condanna penale in caso di riduzione del patrimonio fallimentare. L’amministratore delegato dovrebbe pertanto chiedere il parere di un avvocato specializzato in diritto societario o fallimentare, al fine di evitare situazioni svantaggiose.

 Cosa succede dopo il deposito fallimentare?

Il tribunale fallimentare esamina la domanda di fallimento. Il tribunale nomina un amministratore preliminare per l’insolvenza. L’amministratore fallimentare verifica quindi la situazione economica della GmbH. Esistono due diverse opzioni: se il patrimonio della GmbH non è sufficiente a coprire i costi dei procedimenti di frontiera, il procedimento di insolvenza è respinto a causa della mancanza di beni. Ciò significa che la procedura fallimentare non verrà aperta. Le spese del procedimento sono le spese giudiziarie e le spese dell’amministratore fallimentare.

La procedura di insolvenza viene aperta se sono ancora disponibili risorse finanziarie sufficienti.

 

article-img

Cosa succede durante la procedura fallimentare?

All’apertura del processo, il tribunale fisserà un giorno d´udienza e una data dell’esame. Si tiene una riunione dei creditori che eleggerà l’amministratore fallimentare finale. In seguito all’apertura della procedura di insolvenza, l’amministratore fallimentare si occuperà di gestire la società. L’amministratore delegato non ha più il potere di disporre dell´azienda.

Nella procedura di insolvenza esiste ancora la possibilità di ristrutturare l´azienda. In questo caso, l’amministratore fallimentare tenta di portare avanti l´attività della società trovando un accordo con i creditori. Se la ristrutturazione societaria fallisce, la società verrà liquidata. L’amministratore fallimentare raccoglierà le richieste dell’azienda. Il patrimonio restante della GmbH verrà quindi distribuito ai creditori su base proporzionale.

 

Prenoti un appuntamento ora

Ci contatti ora


    Contattot:Wittelsbacherstraße 18 | 10707 Berlin 030 407 417 31info@bildt-law.de